Medicina del dolore (Terapia del dolore)

Cos'è il dolore?

E' il sintomo attraverso il quale si manifesta la gran parte delle malattie che, nella fase acuta, può anche costituire campanello d'allarme per preservare l'organismo da ulteriori danni. Ma quando il dolore diventa cronico, qualsiasi sia la sua origine, non è solo un sintomo, ma è una malattia di per sé, che compromette seriamente la qualità di vita del paziente e dei suoi familiari e va quindi adeguatamente affrontato. Il coinvolgimento psicologico è sempre importante e, in alcuni casi,il dolore può anche essere generato dalla mente , in quanto preoccupazioni, ansie e depressione possono "somatizzarsi" in diverse zone del corpo.

 

Quali sono le forme di dolore più frequenti?

Seconda solo a quella delle cefalee e delle nevralgie della faccia, è l'incidenza del mal di schiena che richiede un'attenta valutazione diagnostica e terapeutica. In questi casi un intervento non indicato può spesso comportare cronicizzazione del dolore e, talora, danni neurologici secondari, aggravando il già elevato costo sociale ed economico che si accompagna alla patologia.

 

Che cos'è la terapia del dolore e con quali trattamenti si interviene?

Negli ultimi anni, le notevoli e numerose acquisizioni scientifiche hanno permesso di avere nuove e maggiori conoscenze sul dolore, tanto da rendere necessaria una specializzazione. Prima di indicare una terapia, l'impegno principale per il medico del dolore è quello di diagnosticare la causa ed il meccanismo che lo genera. Quindi l'indicazione del trattamento più efficace avverrà solo dopo un'attenta analisi di sede, tipo, intensità, variabilità nel tempo del dolore, integrata da eventuali esami strumentali specifici. Il tutto inquadrato nella storia del paziente e con l'osservazione e la valutazione dei suoi comportamenti.


I trattamenti che si possono praticare sono molteplici e spesso associati, nello stesso paziente. Vanno da una corretta impostazione e gestione delle terapie farmacologiche a tecniche loco regionali mirate, consistenti nell'iniettare il farmaco nella sede in cui si origina il dolore. Si arriva a tecniche specifiche complesse, anche invasive, da attuare in sala operatoria con necessità di ricovero.

Intervista al Professor Caludio Caputi

Parere medico

SPECIALISTIdx

Video interviste

SPORT

salute

Domande e Risposte

patologie il

tecniche il

studio7dx